rotate-mobile
Italfutsal

La festa dell'Italfutsal a Catania, nazionale trascinata da Carmelo Musumeci

La squadra azzurra resterà a Catania fino al 5 marzo per preparare la trasferta in Svezia che si giocherà a Gavle l’8 marzo e gioverà per staccare il pass per l’Elite Round

Partita ufficiale della Nazionale italiana di futsal a Catania: Italia-Macedonia del Nord si è disputata al "PalaCatania". A vincere il confronto davanti a 3.550 persone sono stati proprio gli azzurri con il risultato di 6-3. Italia a 7 punti in classifica nel Main Round delle Qualificazioni Mondiali. La Nazionale resterà a Catania fino al 5 marzo per preparare la trasferta in Svezia che si giocherà a Gavle l’8 marzo, match utile per staccare il pass per l’Elite Round.

ITALIA-MACEDONIA DEL NORD 6-3 (3-2 pt)

Gli azzurri al terzo minuto sbloccano il match: Cutrupi chiude con un tap-in la respinta corta di Petrovski sul tiro di Merlim. Non tarda però ad arrivare il pari con Krstevski. Il catanese Musumeci segna con un tiro a volo su calcio d’angolo. La Mecedonia trova l'immediato 2-2 con Petrovic. Marcelinho strappa la palla agli avversari siglando il 3-2. 

A inizio ripresa i balcanici pareggiano i conti con Rangotov. Marcelinho non si arrende e segna subito dopo e poco più tardi Motta insacca il 5-3: è il primo doppio vantaggio della combattuta sfida. L'Italia gestisce il match fino al definitivo 6-3 di Calderolli.

ITALIA: Bellobuono, Musumeci, Merlim, Motta, Cutrupi, Pietrangelo, Galletto, Isgrò, Calderolli, Donin, Cutrignelli, Marcelinho, Lo Cicero, Di Eugenio. Ct Bellarte
MACEDONIA DEL NORD: Petrovski, Leovski, Micevski, Rangotov, Petrovic, Stojanovski, Leveski, Stojkovski, Krstevski, Ceka, Blagojevski, Ramadani, Arsovski, Seferi. Ct Skenderovski
MARCATORI: 2’43’’ pt Cutrupi (I), 5’34’’ Krstevski (M), 7’27’’ Musumeci (I), 10’57’’ Petrovic (M), 16’02’’ Marcelinho (I), 1’36’’ st Rangotov (M), 3’35’’ Marcelinho (I), 5’17’’ Motta (I), 16’21’’ Calderolli (I)
AMMONITI: Ramadani (M), Krstevski (M)
ARBITRI: Vrijens (BEL), Boelen (BEL), Alageyik (BEL), CRONO: Zannnola (ITA)
NOTE: Presenti 3550 presone

Le dichiarazioni dei protaganisti azzurri

Alla fine della gara parla in conferenza stampa il ct Massimiliano Bellarte. "Mi aspettavo questo tipo di partita, sapevamo quanto la Macedonia del Nord fosse un avversario complicato. Di solito campeggia nelle menti di tutti l’illusione della perfezione: siamo all’interno di un processo di rinnovamento e la perfezione non esiste. Il palazzetto pieno ci ha consegnato emozioni fortissime: oggi è stato eccezionale. La pelle d’oca avuta durante l’inno è stato qualcosa che non dimenticheremo mai. Giocare in un ambiente così rende tutto più bello".

"Abbiamo fatto una bella gara, gestendola bene, peccando sulle palle inattive, ma il pubblico è stato il nostro sesto uomo in campo - afferma Christopher Cutrupi -. È stata una grande prestazione di cuore, davanti a un palasport mai visto così pieno, un’emozione indescrivibile".

A commentare anche il catanese doc e capitano della Nazionale, Carmelo Musumeci. "Giocare qui, a casa mia, dove sono cresciuto e mi sono formato come calciatore e uomo, davanti alla mia famiglia, è stato unico. L’obiettivo era comunque vincere e l’abbiamo fatto. Il nostro è un gruppo che ha tanta voglia di far bene e si è visto. Il gol? mi è passata davanti tutta la strada fatta per arrivare fin qui, un sogno che si è realizzato e lo dedico a mia figlia".

LA CLASSIFICA*
Italia 7 (3)
Svezia 3 (2)
Macedonia del Nord 1 (3)
*fra parentesi le partite giocate

IL PROGRAMMA DELLE GARE

1) Svezia-Macedonia del Nord 5-2
2) Macedonia del Nord-Italia 3-3
3) Italia-Svezia 6-1
4) Italia-Macedonia del Nord 6-3
5) Macedonia del Nord-Svezia, 5 marzo 2023, ore 19
6) Svezia-Italia, 8 marzo 2023 ore 18.30, Gavlehovshallen, Gavle.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La festa dell'Italfutsal a Catania, nazionale trascinata da Carmelo Musumeci

CataniaToday è in caricamento