E' catanese la neo campionessa italiana di boxe femminile

Quindici anni ancora da compiere, occhi vispi e grinta da vendere: Martina La Piana è la giovane campionessa italiana di boxe femminile, categoria junior

Ha solo 14 anni e grinta da vendere Martina La Piana, giovane catanese vincitrice del torneo nazionale femminile junior di boxe. Figlia di un ex pugile, Martina ha cominciato per gioco ad indossare i guantoni, appena due anni fa, senza però più riuscire a smettere di combattere.  La campionessa etnea si allena per molte ore al giorno sotto l'occhio attento del coach Giovanni Cavallaro nei locali della palestra Fitbull, per l'associazione sportiva Trinacria Boxing. Lo scorso 6 marzo la giovane boxeur si è aggiudicata il titolo di campionessa italiana battendo l'avversaria per 3 a 0, per poi essere convocata in nazionale per un' importante sfida internazionale, in Ucraina.

" La prima volta sul ring non la dimenticherò mai - ci dice Martina - ho sentito che con la tensione della gara potevo dare il meglio di me stessa, combattevo con una degna avversaria e anche per questo è stato davvero bello ed emozionante. Mi tremavano le gambe, ma allo stesso tempo avevo addosso un'adrelina esplosiva".

Martina ha lunghi capelli castano scuri, occhi verdi ed uno sguardo vispo e curioso. Ha appena terminato il primo anno di liceo sportivo all'istituto Vaccarini di Catania e tra le mura della palestra che è ormai una seconda casa ci è arrivata per cao: "Io in palestra ci sono sempre andata ogni giorno per gioco, - continua Martina -  poi è nata questa passione e adesso spero che diventi anche, in futuro, il mio lavoro. Mi alleno sei giorni a settimana e di rinunce ne faccio parecchie. Tra scuola e training di 2 ore anche due volte al giorno di tempo ne rimane poco. Spesso il sabato non posso uscire con gli amici e quando gli altri sono al mare io sono in palestra a sudare, ma non mi lamento affatto. Ho la mia famiglia che è un sostegno unico: papà ha praticato boxe e conosce perfettamente i sacrifici che faccio. Mamma apprezza le mie scelte ed è lei la mia marcia in più per andare avanti e fare sempre meglio".

Da qualche giorno Martina insieme alle compagne della nazionale italiana di boxe junior si trova in Ucraina. Sono giorni di allenamento intenso in vista dei combattimenti che la giovane campionessa catanese disputerà il 14 ed il 16 luglio. "E' un impegno internazionale importante questo in Ucraina, combatteremo contro delle atlete molto forti, ma ci metteremo tutto l'impegno necessario per dare il massimo. Critiche e pregiudizi? - conclude Martina La Piana - Sinceramente non mi interessano, però sì certo, ne ho ricevuti tanti. C'è ancora chi ritiene questo sport non adatto alle donne, ma per me è ormai uno stile di vita del quale non potrei più fare a meno. Gli unici pareri che ritengo validi sono quelli della mia famiglia e delle persone che mi vogliono bene".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

  • Coronavirus, in Sicilia contagi in aumento (+796): in provincia di Catania sono 211

  • La barca a vela più grande del mondo nelle acque di Catania

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento