menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sfida surreale, il Catania piomba negli abissi: poker del Napoli

Finisce 2-4 la sfida del "Massimino". Basta un tempo al Napoli per chiudere la pratica. Timida reazione nella ripresa dei rossoazzurri con le reti di Gyomber e Monzon. Verdetto ormai virtuale, che potrebbe diventare quasi definitivo nella prossima gara esterna contro l'Udinese

Peggio di così si muore. La sfida della speranza diventa un incubo. Come tutto il resto dell'intera stagione. Mai una gioia, mai una soddisfazione. Solo l'illusione vista contro la Lazio, poi il buio totale. Sconfitte su sconfitte, fino ad arrivare alla brutta figura rimediata quest'oggi contro i partenopei. Primo tempo chiuso sullo 0-4 e curve disertate già al termine della prima frazione. Un clima surreale che accompagna i titoli di coda di una stagione da dimenticare. La serie b è dietro l'angolo: la sfida esterna contro l'Udinese domenica prossima potrebbe dare la sentenza definitiva. Più di quella decretata questa sera.

LE PAGELLE

ORRORE PRIMO TEMPO. Il Napoli segna come, dove e quando vuole. Il Catania fa acqua da tutte le parti e concede spazi esorbitanti. Zapata, non un fenomeno, diventa l'uomo della serata siglando una doppietta. Callejon sfrutta un pasticcio compiuto da Andujar e Legrottaglie. Il 3-5-2 che ha ben configurato contro la Juventus diventa un marchio di fabbrica dell'orrore questa sera. Non una questione di modulo, decisamente. La squadra mostra per l'ennesima volta di avere lacune importanti nella rosa e negli interpreti. La serie b, adesso, è dietro l'angolo e persino il calendario non aiuta i rossoazzurri.

RIPRESA SURREALE. Paaserella per Gyomber e Monzon. Per il resto spicca la generosità di Plasil, ma di fronte ad uno stadio semivuoto il clima non è dei migliori. Il Catania prova un assalto contro il muro dei limiti, costruito dal gruppo nel corso della stagione. Muro fortificato dallo scarso tasso tecnico espresso dalla squadra, la poca vena realizzativa e l'inconsistenza fisica nel corso della stagione, con un record di infortuni mai visto. Il 2-4 finale racchiude in se tutte queste piccole storie, che messe assieme parlano chiaro: retrocessione virtuale e campionato ormai compromesso.

TABELLINO CATANIA-NAPOLI 2-4

MARCATORI: Zapata, Callejon, Henrique, Zapata, Monzon, Gyomber

CATANIA (3-5-2):Andujar, Bellusci, Gyomber, Legrottaglie (dal 1' s.t. Petkovic); Peruzzi (dal 38' s.t. Fedato), Izco, Lodi, Rinaudo (dal 1' s.t. Plasil), Monzon; Barrientos, Keko. A disposizione: Ficara, Alvarez, Capuano, Biraghi, Boateng, Leto.

Ammoniti: Keko

NAPOLI (4-2-3-1): Reina; Henrique (dal 14' s.t. Albiol), Fernandez, Britos, Reveillere; Jorginho, Dzemaili; Insigne, Hamsik (dal 21' s.t. Radosevic), Callejòn; Zapata (dal 34' s.t. Higuain). A disposizione: Doblas, Colombo, Uvini, Albiol, Inler, Bariti, Pandev.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

A Catania arriva PonyU Express: per negozianti e privati

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Etna, sopralluogo di Musumeci: "Un milione a sostegno delle aree più colpite"

  • Cronaca

    Coronavirus, in Sicilia 567 nuovi casi: a Catania +121

  • Politica

    Etna, Musumeci dichiara lo stato di emergenza

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento