Catania, Procura Federale chiede altri due punti di penalizzazione: presentato ricorso

La richiesta da parte della procura federale era nell'aria, dopo il deferimento arrivato su segnalazione della Covisoc. Una tegola che la società etnea vuole scongiurare: ha infatti presentato subito ricorso. La potenziale sanzione riguarda i ritardi nei pagamenti di stipendi e fidejussione

Altri due punti di penalizzazione, o al massimo uno, in vista per il Calcio Catania. La richiesta da parte della procura federale era nell'aria, dopo il deferimento arrivato su segnalazione della Covisoc. Una tegola che la società etnea vuole scongiurare: ha infatti presentato subito ricorso. La potenziale sanzione riguarda i ritardi nei pagamenti di stipendi e fidejussione. La società di via Magenta, dopo il deferimento, aveva immediatamente avanzato le proprie osservazioni, segnalando come le scadenze dei pagamenti erano coincise con l'epurazione dei vertici societari in seguito alle note vicende delle partite comprate.

Situazione che aveva inevitabilmente causato un vuoto di gestione del club, ha ribadito l'entourage rossazzurro, proprio in coincidenza con le scadenze, quindi non rispettate, ma portate a termine poi alcuni giorni dopo l'iniziale data fissata. La Procura, nella giornata di ieri, è andata avanti avanzando invece la penalizzazione di due punti e ha inoltre chiesto una multa e squalifica di sei mesi per l' amministratore unico Carmelo Milazzo. Si attende a breve la decisione dopo il ricorso che i rossazzurri hanno immediatamente presentato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento