Catania, stagione da incubo: Siena a valanga al Massimino

Fuori dalla coppa Italia la squadra etnea. Finisce addirittura 1-4: illusoria la rete iniziale siglata da Leto. La formazione allenata da Beretta impone gioco e risultato contro un Catania alle corde dal primo all'ultimo minuto. Male le seconde linee: e adesso?

Ennesima prestazione incolore. Il Siena espugna lo stadio "Angelo Massimino" e approda ai quarti di finale. Affronterà la Fiorentina, stesso avversario del Catania domenica in campionato. In campo per i rossazzurri le seconde linee, anche se per una parte della stagione sia Andujar, che Maxi Lopez, Gyomber, Legrottaglie, Monzon, Keko, sono stati titolarissimi.

LE PAGELLE

 

Poco da recriminare, la squadra di Beretta infatti ha strameritato la qualificazione, giocando con intensità e spirito di sacrificio. Mostrando persino un calcio convincente, molto più del Catania. L'1-4 finale è figlio di una prestazione opaca dei rossazzurri, mai nel vivo della manovra di gioco. Un alibi potrebbe sicuramente essere la sfida di domenica contro i viola.

Ma la brutta batosta rimediata oggi, in un ottavo di finale di coppa Italia, conquistato con fatica e bel gioco nella passata stagione, lascia pensare e non poco. Si salvano infatti in pochi, di certo sulla graticola vanno gli oggetti del mistero della stagione rossazzurra. Non si capisce infatti come Monzon, Guarente, per fare alcuni nomi, non siano mai entrati veramente nel vivo del gioco rossazzurro in tutte le partite disputate. Anonimi, così come il gioco mostrato dal Catania. Adesso occorre voltare pagina: De Canio è al capolinea? Le prossime ore daranno una risposta certa.

MONOLOGO SIENA. La squadra di Beretta è ordinata in campo. Sin dalle battute iniziali il Siena gioca meglio. Nonostante il vantaggio rossazzurro siglato da Leto, bravo a sfoderare un destro incredibile dopo una punizione battuta da Lodi. Nonostante la differenza di categoria. Il gap tra le due squadre non si vede, anzi. Sicuramento sono i bianconeri a spaventare sin da subito Andujar. Ci pensa quindi Paolucci, ex applaudito a fine gara, a ristabilire il punteggio di parità.

E' soltanto il preludio per una ripresa quasi a senso unico. La reazione del Catania arriva infatti soltanto dopo l'1-2 di Valiani. Ci provano sia Leto, che Keko e Legrottaglie ma senza trovare fortuna. Trovano invece un super Farelli sulla loro strada. L'epilogo è drammatico, con il Siena che in contropiede colpisce Andujar altre 2 volte. Adesso la situazione è critica: De Canio via subito? Le prossime ore saranno decisive.

TABELLINO CATANIA-SIENA 1-4

Marcatori: Leto 3', Paolucci 24', Valiani 59', Pulzetti 90'+1, Rossetti 90'+3

CATANIA (4-3-3): Andujar, Peruzzi, Legrottaglie, Gyomber, Capuano, Guarente (Boateng), Lodi, Rinaudo, Leto, Maxi Lopez , Monzon (Keko ).
SIENA (3-4-3): Farelli; Dellafiore, Giacomazzi, Matheu; Angelo, Schiavone, Valiani, Feddal; Rosina, Paolucci, Giannetti.

Ammoniti: Rinaudo, Angelo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

Torna su
CataniaToday è in caricamento