rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Nuovo anno e programmi rinnovati

Catania SSD: novità in vista per il 2023, domenica il ritorno in campo con il Ragusa

Cominciato il 2023, anno che dovrebbe portare sotto l'Etna diverse novità dal punto di vista calcistico. Domenica alle 14:30, intanto, si torna a giocare e al "Massimino" arriva il Ragusa per la prima del girone di ritorno

Seminare bene quest'anno per raccogliere frutti significativi anche per le prossime stagioni. Il 2023 potrebbe essere un anno cruciale, calcisticamente parlando, per Catania. La nuova società rossazzurra si ritrova ad affrontare la seconda metà della sua prima annata di lavoro con la consapevolezza di dover raggiungere il primo step della propria programmazione, ovvero staccare il pass per la Serie C ma di avere anche la possibilità di gettare le basi per un futuro solido. 

Una grossa percentuale degli sforzi economici del gruppo Pelligra e dei dirigenti che lo rappresentano alle falde dell'Etna è naturalmente concentrato sul campo e quindi sull'obiettivo principale di raggiungere il professionismo quest'anno: per questa ragione tra mercato e campionato si chiede ancora a tutti i componenti del club il massimo sforzo per raggiungere la meta quanto più in fretta possibile. Domenica la squadra ospiterà il Ragusa alle 14:30 sul proprio campo e darà il via al girone di ritorno disputando la 18esima giornata: sin da subito si chiedono al gruppo vittorie convincenti per bruciare le tappe e mandare in archivio la stagione con una promozione che al momento non sembra essere in discussione.

Una realtà lungimirante, però, non può fermarsi a questo e, pur avendo cominciato completamente da zero, sono già stati mossi dei passi significativi anche sul piano della programmazione pluriennale.

Il Catania ha cercato una nuova sede per le attività dirigenziali, trovando per il momento spazio di azione al "Massimino". Sul rettangolo verde del vecchio Cibali in questi giorni si allena anche la squadra, agli ordini di mister Giovanni Ferraro. Non solo. Partendo dal ritiro a Ragalna, col passare dei mesi si è cercato di operare in chiave di un avvicinamento alla città: con Torre del Grifo per il momento off limits e poche soluzioni "lampo", Grella e Carra, supportati anche da Caniglia e dal direttore sportivo Laneri, hanno lavorato sulla soluzione di Nesima, con il campo preso in gestione dal Comune e qualche idea già in cantiere in attesa di unire tutti i punti e poter cominciare una fase di progettazione più concreta. Ma il passo è stato già compiuto nella scelta di quella struttura che potrebbe effettivamente rappresentare qualcosa di più di un semplice tampone. La società tiene lo sguardo vigile su ogni alternativa ma non è disposta a farsi cogliere impreparata. 

Anche dal punto di vista della costruzione del Catania che verrà sotto l'aspetto squisitamente tecnico, per quanto possa apparire prematuro, si lavora alacremente. Non è un mistero infatti che la neo proprietà punti con decisione ad un doppio salto quanto più rapido possibile per abbattere le barriere delle spese pazze del dilettantismo e della Serie C e approdare ad un "territorio" dove dal punto di vista dell'economia si può cominciare a ragionare in un certo modo, facendo business lavorando con qualità e caparbietà.

A corredo di questi argomenti non passa inosservata l'attenzione per la promozione dell'immagine di questo Catania. Il marketing, se gestito sapientemente, rappresenta una risorsa dal valore inestimabile. Il merchandising dell'abbigliamento griffato Catania SSD va a ruba, anche in aeroporto c'è una rivendita che allarga la visibilità dei rossazzurri su un piano internazionale. Una continua operazione "simpatia", serietà e professionalità che non sta passando inosservata in città.

La compattezza delle componenti in gioco per il raggiungimento di risultati (fondamentali) importanti sul piano calcistico è la chiave cruciale per essere realmente vincenti e con il giusto entusiasmo e la mentalità corretta superare più velocemente gli ostacoli non sarà una chimera. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Catania SSD: novità in vista per il 2023, domenica il ritorno in campo con il Ragusa

CataniaToday è in caricamento