rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Sport

Il Giro d'Italia saluta Catania, Parisi: "Vetrina di prestigio per la nostra città"

Dopo la battaglia sulle montagne di ieri dell'Etna e la partenza di oggi da piazza Università, la carovana rosa dice "arrivederci" all'Isola. Bagno di folla di appassionati e turisti ai nastri di partenza della quinta frazione. L'assessore allo sport Parisi: "Grande risposta da parte della città e dei suoi concittadini"

Archiviato il tappone di montagna con arrivo in quota al Rifugio Sapienza, il Giro d’Italia 2022 saluta oggi Catania e la Sicilia con la quinta tappa, lunga 174 km, con partenza da piazza Università e arrivo a Messina. Bagno di folla ed applausi, complice anche le temperature finalmente quasi estive di oggi, per il passaggio della carovana “rosa” questa mattina, Tanti gli appassionati e i turisti, ha letteralmente gremito anche oggi i nastri di partenza della tappa odierna. Ovazione per Vincenzo Nibali e soprattutto Mathieu Van Der Poel. A dare il via alla corsa l'assessore allo Sport, Sergio Parisi, il sindaco facente funzioni Roberto Bonaccorsi e l'assessore regionale al Turismo, Manlio Messina. 

Ieri bagarre sull’Etna

Ieri si attendevano delle risposte dall'Etna, il primo arrivo in salita di questo Giro d'Italia, e le risposte sono arrivate: Miguel Angel Lopez, uno dei papabili alla vittoria del trofeo “Senza Fine”, si è ritirato a causa di un problema all'anca, mentre l’idolo siciliano e compagno di squadra di Lopez, Vincenzo Nibali e Tom Domoulin hanno dovuto cedere il passo. Pimpanti, invece, il team Ineos con il capitano Richard Carapaz e Simon Yates, del team BikeExchange-Jayco. Alla fine è arrivata la fuga, la prima di questo Giro. Al traguardo del Rifugio Sapienza l'ha spuntata il tedesco Lennard Kämna della Bora Hansgrohe che ha battuto in volata Juan Pedro Lopez. Lo spagnolo, però, si è consolato indossando la nuova maglia rosa.

Giro2022

Parisi: “Giro vetrina per la nostra città”

Lo sport come fiore all’occhiello di una città che sta attraversando un momento complicato ma che riesce a regalare soddisfazioni e a restituire un’immagine positiva di cui ha davvero bisogno: “Voglio fare una piccola premessa – tiene a sottolineare l’assessore allo Sport, Sergio Parisi-, la conquista della finale scudetto dell’Orizzonte Catania e della Saturnia per salire in A2, sono una prova tangibile di quello che stanno facendo le nostre società sportive, ogni tanto pensiamo anche a loro. Il Giro è sicuramente una vetrina nazionale e internazionale importante per Catania. Fare tappa ancora una volta passando dalle nostre località ci rende orgogliosi. L'abbraccio caloroso dei catanesi ai corridori sono una grande risposta per l'intera città. Ringrazio la Regione che ha aiutato affinchè la carovana venisse qui in Sicilia e ovviamente gli organizzatori della corsa. Anche la scelta di partire dalla nostra provincia per il Giro-E, impostato sui temi che stiamo seguendo come Comune (efficientamento energetico e mobilità sostenibile) è un bel segnale.

Una boccata d’ossigeno quindi, soprattutto dopo le vicissitudini che hanno riguardato il Calcio Catania: “Chiaramente – aggiunge Parisi - se lo mettiamo a confronto con la situazione dei rossoazzurri, giornate come queste possono essere uno spunto per guardare in prospettiva il bicchiere mezzo pieno, anche per il Calcio Catania”.

Lo sport inteso non solo come competizione ma anche con un ruolo chiave come strumento di aggregazione e integrazione, che può dare tanto a livello di benefici ed aspetti formativi: “Lo dico non solo da Assessore ma anche da dirigente sportivo: lo sport è il fiore occhiello della nostra città. Attraverso questo si recuperano tanti ragazzi perché lo sport è anche rispettare le regole, per questo dico che bisognerebbe puntare tanto sulle società sportive. Gli episodi di violenza, che ci sono sempre stati ma oggi hanno una cassa di risonanza maggiore per via dei social, sicuramente non aiutano, ma eventi come il Giro, e ripeto i risultati di Orizzonte e Saturnia aiutano a fare contrappeso e a dimostrare che Catania non è solo quello che appare attraverso questi video”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Giro d'Italia saluta Catania, Parisi: "Vetrina di prestigio per la nostra città"

CataniaToday è in caricamento